Copyright

Dopo innumerevoli miei scritti trovati in rete voglio ricordarvi che il plagio è un reato e che in base alla legge sul diritto d'autore il contenuto di questo blog non può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga chiaramente citata la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali, e che non venga alterato o trasformato. La maggior parte delle foto sono prese in rete, se ne siete proprietari e volete farle eliminare, contattatemi. Licenza Creative Commons I racconti erotici di Vuerre by Vuerre is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.

martedì 19 febbraio 2013

il tuo cazzo




Il tuo cazzo. Penso di non averne mai visto uno più bello, ma non è solo questo che mi pone in tale condizione di adorazione. Sì il tuo cazzo io lo venero.

Adoro quando mi baci sentirlo gonfiarsi attraverso la stoffa dei jeans. E immaginare quello che farò di lì a poco.  Aprirti la cerniera e vederlo sgusciare fuori, finalmente libero.

E il tuo odore. Solo tuo… quella fragranza di bimbo che hai da sempre, innocente e al tempo stesso perverso come sei. Il mio bambino.

Adoro stare in ginocchio a leccarlo, a guardarlo, a mangiartelo. E' decisamente lungo, grande tanto che non riesco a stringerlo tutto nella mia piccola mano. Ha  la pelle chiara percorsa da vene robuste, la cappella dalla forma perfetta che amo mordicchiare. Faccio scorrere la mano sull'asta, lo scopro tutto spingendo fino alla base e poi ci gioco, passo la lingua su e giù fino a vederlo sempre più turgido. Solo allora lo prendo in bocca. Lo succhio forte guardandoti negli occhi cogliendo il tuo  desiderio crescere.
E amo quando me lo spingi in gola fino a farmi lacrimare, mentre mi prendi per i capelli e mi pieghi la testa all'indietro.
Adoro riconoscere il momento prima della tua esplosione, i fremiti della tua pelle poco prima di sentire il sapore dolce del tuo sperma nella mia bocca.
E poi, dopo rimanere tra le tue gambe ancora un po’, sentirlo rimpicciolirsi e tornare tenero, un dolce e morbido trastullo che continuo a baciare. Lo amo anche così.

Lo adoro, ti adoro…

 


11 commenti:

  1. bel post. Semplice ed efficace

    RispondiElimina
  2. Uh ! La Vu innamorata ( faccetta a cuore ) lo scrivo dato che qui le emoticon non sono presenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sono innamorata...o almeno non più. Di lui lo sono stata diverso tempo fa.
      Mi è rimasta la passione per il suo cazzo, che devo fare?
      E poi gli voglio un mondo di bene, naturalmente
      Ciao bella!
      Vu

      Elimina
    2. Ah uff capito Vu,
      beh comunque interessanti certe passioni ^_^
      Bacioni !

      Elimina
  3. Mi preferivi innamorata? Ormai noi siamo andati oltre... secondo me è pure meglio

    RispondiElimina
  4. buona sera ! scusate...un piccola irchiesta un po'stupida, al limite non rispondete p cancellate la stupidità...
    è preferibile presentarsi al primo incontro depilati o al naturale ?
    Non conoscendo i desideri della diretta interessata, mi informo...

    grazie e scusate se sono inopportuno!
    juanito

    RispondiElimina
  5. ah ah ah! Non so per quali vie sei arrivato fin qui... ma benvenuto!
    Non ho mai cancellato un messaggio, se scritto poi in maniera educata non ne vedo il motivo.
    Cosa dovrei rispondere, e in qualità di esperta? :-) Io posso soltanto esprimere il mio parere. A me depilato proprio non piace, magari un po' accorciato ma ovviamente questi sono gusti personali.
    Vu

    RispondiElimina
  6. ho fatto un giretto salterellando di blog in blog...
    as usual.
    grazie per il pensiero !
    :)
    J.

    RispondiElimina
  7. Credo che questo sia uno dei modi per rendere felice un uomo... venerare il suo cazzo...Non è tutto, eh, ma certo rappresenta una bella base di partenza...
    :))

    RispondiElimina
  8. In quei momenti penso solo a renderlo felice... ovviamente la cosa rende felice anche me :-)

    RispondiElimina

tdx